the best of zimbabwe 2011

La rubrica “the best of...” continua con il suo secondo capitolo. Questa volta andiamo proprio in Zimbabwe e risale al 2011 quando, con mia moglie, mi trasferii nel paese africano lavorando in progetti umanitari  e in ospedali rurali del nord est del Paese in special modo per quello di Mutoko. Vivendo in Zimbabwe per molto tempo, abbiamo avuto moltissime occasioni per fotografare e trovarsi nella situazione giusta ma anche, vivendoci, spesso si lasciava a casa la macchina fotografica, passata in secondo piano con il classico commento: l’hai presa la macchina fotografica? Ma no tanto di elefanti ne abbiamo già tante di foto, godiamoceli e basta. Peccato tanti scatti li ho ancora in mente (e non solo di elefanti) che però purtroppo….non ho fatto!

I viaggi del 2011 sono stati molteplici e spesso ci recavamo a Kariba, a nord del Paese al confine con lo Zambia, per consegnare medicinali e aiuti per cliniche, orfanotrofi e una scuola proprio in quella zona. Così si coglieva l’occasione di girare andando lungo lago o lungo il fiume Zambesi dove ippopotami, elefanti e coccodrilli non mancavano mai. È stato anche l’anno della “prima volta” alle Cascate Vittoria, e quindi assolutamente indimenticabile. Ed è stato anche “la prima volta” che facevamo un safari noi, con la nostra auto-autoambulanza, con amici o volontari che venivano a trovarci o facevano parte di progetti di sviluppo. E così abbiamo scoperto un pò il Paese e conosciuto nuove aree e fatto le prime esperienze a contatto con il wild Life dello Zimbabwe. Ma veniamo subito alla classifica a cui ho faticato molto a far saltar fuori le 5 migliori foto:

05 fiori frangipane

Al quinto posto troviamo dei fiori, i famosi frangipane, così chiamati e conosciuti ma che però sono del genere chiamato Plumeria. Esistono di diversi colori e sfumature e questi graziosi alberi se ne trovano parecchi in tutto lo Zimbabwe e i fiori sono davvero speciali. Il contrasto poi con il verde accesso delle loro foglie rende questo scatto, arricchito dalle goccioline d’acqua, un dipinto. Avevo due o tre alberi a pochi metri da casa e sono anche un ricordo meraviglioso.

04 zebra

Al quarto posto troviamo la Zebra. La foto non ha nulla di particolare ma è incredibile quanto questi animali sono fotogenici e quanti scatti di zebre avevo nella cartella Zimbabwe 2011. Così ho deciso di inserirne uno nella classifica. Poi mettiamo che il 98% delle zebre mostrano il sedere, allora questa risultava l’unico scatto che davvero poteva entrare nel best five zimbabwe. Lo scatto è stato fatto a Kariba, lungo le rive dell’omonimo lago.

03 cascate vittoria

Al terzo posto non potevano che esserci loro: le Cascate Vittoria. Scegliere uno scatto da classifica non è stato semplice ma questa di profilo forse è quella che mi è piaciuta di più e ti fa capire quanto siano imponenti, meravigliose, alte e grandi queste cascate. In un best of Zimbabwe non potevano non esserci le Cascate Vittoria.

02 tramonto zimbabwe

Al secondo posto troviamo una foto a cui io sono particolarmente legato perchè è stato il primo scatto in assoluto che ho fatto in Zimbabwe. Appena atterrati ricordo stavamo procedendo verso nord sulla strada che porta a Chinhoyi. Li, passati i campi coltivati di tabacco, ad un certo punto il sole inizia a calare e vediamo un Kopjie, (collina tipica dell’africa meridionale ma sopratutto dello Zimbabwe, che si riconosce con dei sassi sulla cima sparsi qua e la), il resto l’ha creato la natura e questo tramonto resterà per sempre scolpito nella mia mente. Premetto che a gennaio fino ad aprile-maggio ci sono i cieli più belli dello Zimbabwe.

01 leone primo piano

Al primo posto non può mancare sua maestà il Re leone. Qui siamo nel Hwange National Park, durante il primo safari fatto in Zimbabwe e ci è stata regalata la possibilità di questo primo piano. Il leone era li pacifico che si riposava a pochissimi metri dalla strada e quindi ce la siamo presa comoda anche noi sia per scattare che per gustarci questa meraviglia.

Eccola qui dunque la best of Zimbabwe 2011, sperando che vi sia piaciuta. Purtroppo la tecnologia del 2011 non ci permetteva di fare video e quindi ci accontentiamo solo degli scatti che anche qui, vi ricordo, non essendo un professionista, lasciano lo spazio a tutti i loro difetti. A presto quindi con la nostra rubrica “the best of…” che proseguirà con il Botswana sempre del 2011.