Fotografia passione in safari

Ringrazio in particolare e fin da subito il fotografo Rocco, con cui si è stretto anche un legame d’amicizia, per gli scatti e per aver permesso di pubblicarli. Voglio quindi condividere con voi alcune delle tantissime fotografie che mi ha dato sperando che vi piacciono.

Nota: Il video rende miglior qualità rispetto le foto riadattate per internet.

Quando arriva l’ospite in aeroporto è sempre un piacere accoglierlo anche perché spesso non sappiamo se è la prima volta che fa questo tipo di esperienza, che persona è e cosa cerca e si aspetta dal viaggio. Si, magari abbiamo avuto qualche scambio di mail o qualche telefonata, ma non è sufficiente per delinearne un profilo. Quando poi arriva, con valige e borse e ti accorgi che il 60/70% dell’attrezzatura è fotografica allora sorridi e pensi che ora c’è da divertirsi.

  • Botswana Zimbabwe 2018933
  • Botswana Zimbabwe 20181162
  • Botswana Zimbabwe 2018390

È sempre un piacere avere degli ospiti speciali. Ed è ancora più un piacere raccontare le storie che accadono in viaggio. Incontri che rendono unico o memorabile un safari, come è il nostro caso. E come da un incontro fortuito possa nascere un interessante sviluppo o interesse verso un viaggio che inaspettatamente si trasforma in un set fotografico di alta qualità, dove si imparano moltissime cose dove si vede la passione che queste persone mettono guardando attraverso la macchina fotografica ma sopratutto è incredibile come dopo anni, anni e anni sono ancora così eccitati a premere il famoso Click. E poi stai ore ad ascoltare le storie, vista l’esperienza, di tante giornate fotografiche, viaggi, ricerca di soggetti, obbiettivi e risultati arrivati dopo centinaia e centinaia di prove e rullini buttati. Questa è la fotografia: passione.

Siamo a settembre e su un volo verso lo Zimbabwe vicino a me si siedono alcuni fotografi amatoriali che stanno andando in Kenya a fotografare i coccodrilli del fiume Mara. Staranno li 10 giorni circa con l’obiettivo di fotografare una preda che finisce nelle fauci del temuto rettile. Tra di me penso “la miserie, amatoriali appassionati, 10 giorni solo per un soggetto…” così ci lasciamo i contatti sopratutto più curioso io di vedere questi scatti e di sapere com’è andata. Dopo alcuni mesi vengo contattato per organizzare quindi un viaggio in Botswana, questa volta senza un obbiettivo preciso, ma di poter catturare quante più scene possibili.

  • Botswana Zimbabwe 20181363
  • Botswana Zimbabwe 20181028
  • Botswana Zimbabwe 20181024

  • Botswana Zimbabwe 2018641
  • Botswana Zimbabwe 201862
  • Botswana Zimbabwe 20181252

  • Botswana Zimbabwe 2018289
  • Botswana Zimbabwe 20181240
  • Botswana Zimbabwe 20181217

E così a settembre si parte, armati di macchine fotografiche e obbiettivi. Ricordo che in aeroporto erano più gli zaini con le attrezzature che quelli coi vestiti e gli effetti personali, e non credevo si potesse arrivare ad un’attrezzatura così sofisticata. Capisco quindi che i fotografi amatoriali si possono tranquillamente paragonare a quelli professionisti e non solo per quanto riguarda l’attrezzatura ma anche la bravura ma sopratutto la passione, cosa che mi resterà dentro per sempre. Il viaggio è andato benissimo, organizzarsi per ricaricare tutte quelle batterie in savana non è stato facile ma alla fine ci siamo riusciti. Chiaramente fare un safari così è molto più complesso perché non solo devi trovare gli animali ma ci si deve mettere nella posizione più consona per scattare quindi luci e ombre su tutte hanno la precedenza. Qualche volta però ci sono anche altre auto il che rende il tutto più complesso e questi teleobiettivi, spesso fissi (non zoom) rendono ancora più difficoltosa la gestione del veicolo e la guida deve continuamente spostarsi anche di pochi metri. Ma alla fine, dopo una raffica di click, e la soddisfazione del fotografo rende tutto molto più bello e alla sera, intorno al fuoco si discute e si chiacchiera di tecniche di come hai fatto tu e come avrebbe fatto l’altro e così poi a rivedere le immagini e li capisci che nonostante sia stata una giornata ricca e piena di fotografie iniziata prima dell’alba quando ancora era notte fonda, si protrae ancora dopo cena quando è di nuovo notte fonda.

  • Botswana Zimbabwe 20181022
  • Botswana Zimbabwe 20181126
  • Botswana Zimbabwe 20181312

  • Botswana Zimbabwe 20181378
  • Botswana Zimbabwe 20181326
  • Botswana Zimbabwe 20181172