the best of botswana 2018

Bentornati alla nostra rubrica “the best of…” che per l’undicesimo episodio ci porta in Botswana, durante i mesi più caldi e secchi come settembre e novembre. Sono stati in quei mesi che abbiamo fatto i viaggi in Botswana, partendo da Maun fino a Kasane tutti dentro i parchi lungo le piste tra la Moremi, passando la zona del Khwai e di Savuti terminando al Chobe front river.

Il Safari di settembre, parte con una particolarità: nel gruppo ci sono dei fotografi amatoriali che come potete leggere da questo articolo (cliccando QUI sopra la parte evidenziata) rendono il viaggio alternativo e diverso. Infatti in tutti i video dove sentite la raffica dei clic, dovuti proprio a questi fotografi (come anche in altre occasioni ma qui sono davvero tanti). Il secondo viaggio è più “familiare” dove, nella seconda metà di novembre e già alcune piogge cadute, possiamo ammirare una natura incredibile e diversa dal solito periodo secco. Arriviamo a Kasane giusti giusti, il giorno successivo si scatenò l’inferno d’acqua per svariati giorni.

Ma veniamo subito alla nostra speciale classifica che anche questa volta parte con il video e i predatori sono in assoluto i protagonisti di questa speciale top five. Ho dovuto spulciare più di 400 video, giusto per darvi l’idea della quantità di materiale che sono riuscito a fare durante questi safari. Il dedicare tutto il tempo al safari, con calma, pernottando qualche notte nello stesso posto, ha i suoi vantaggi. Al quinto posto troviamo una coppia di leoni in Luna di Miele che menefreghisti della nostra presenza, hanno fatto (giustamente) i loro comodi. I rumori e i suoni del video sono musica. Al quarto posto la forza della leonessa, che ritroveremo nelle fotografie. Al terzo posto troviamo la scena opposta, dopo la morte dello gnu la nascita di un impala e i suoi primissimi passi con l’amore e la pazienza della madre attentissima visto il momento estremamente vulnerabile. Al secondo posto troviamo un mix di cuccioli di leone davvero giocherelloni, e momenti di gioco o allattamento con la mamma o la zia. Al primo posto, senza ombra di dubbio, la predazione del miglior predatore in circolazione: il licaone. Velocità e organizzazione sono alla base della suo infallibilità. Sono loro quindi, i licaoni a vincere “the best of Botswana video 2018”.

Veniamo quindi alle fotografie e alla classifica ufficiale:

5 cercopiteco verde

Al quinto posto troviamo un simpatico cercopiteco verde che attende il momento preciso per balzare su un’altro ramo. Il pelo, i colori e la semplicità di questo scatto lo fanno entrare di diritto in classifica, vista la loro massiccia presenza durante le giornate di safari.

4 leopardo sbadiglia

Al quarto posto un simpatico leopardo che sbadiglia. Tutto assonnato se ne stava sdraiato a terra di buon mattino, sembrava neanche avesse voglia di trovarsi un posto più tranquillo. Poi, dopo aver sbadigliato si ritirò, ma era proprio stanco, chissà che notte aveva passato.

3 ghepardi kiss

Al terzo posto un altro predatore: il ghepardo. Questi due simpatici esemplari, dopo essersi inseguiti per svariati cespugli e arbusti ci hanno deliziato con questo scatto di tenerezza. Splendidi.

2 la leonessa

Al secondo posto ritroviamo la forza della leonessa, aveva appena cacciato, l’avevamo inseguita poi il tutto si svolse tra i fitti arbusti e da li a poco, verso le 11 del mattino, sotto un sole cocente uscì con la preda trascinandola per centinaia di metri fino a raggiungere l’ombra. Il tutto da sola. Li stremata si riposò diverse ore prima di iniziare a mangiare. Da notare assolutamente i muscoli della leonessa.

1 lepardo albero

E al primo posto, un classico ma sempre tanto bello: il Leopardo sull’albero. Uno scatto al tramonto con questa luce calda sul manto di questo splendido esemplare sempre tanto ricercato e fortemente voluto durante i Safari. Direi che è forse quello più richiesto e quindi eccolo, giustamente, in prima posizione.

La classifica “the best of Botswana 2018” finisce qui. Non è stato facile trovare un vincitore e spesso la scena classica e più semplice vince sempre. Vedremo se l’anno prossimo sarà altrettanto ricco di avvenimenti, foto e video avvincenti com’è stato questo 2018.