the best of zimbabwe 2018

Bentornati alla nostra rubrica “the best of…” giunta al decimo episodio, che ci porta in Zimbabwe con una grandissima novità. Oltre alle fotografie, che rientrano sempre nella nostra classifica, troviamo i video. Perché da quest’anno mi sono munito di una macchina fotografica scelta sopratutto per la qualità dei video che, nella sua semplicità può fare, e quindi ho pensato di inserirli nella nostra classifica. The best of da questa edizione si divide in fotografica e video, creando due diverse classifiche.

L’anno in Zimbabwe parte subito con i viaggi di Aprile. L’interesse da subito è quello di un viaggio dedicato alla storia, alla cultura, all’archeologia e all’antropologia del Paese. Assolutamente una cosa davvero ricercata ma di grande attrazione. Sono solito soddisfare richieste naturalistiche e quando mi arrivano queste tipo di domande non posso che essere felice nel vedere che qualcuno si interessi anche a qualcosa di particolare e profondo. L’anno procede poi con un bellissimo viaggio di gruppo in agosto, eravamo in 12 e se all’inizio ero un pò scettico vista la meta fuori dal turismo di massa con un gruppo così numeroso, invece mi sono ricreduto vista l’ottima compagnia. I viaggi familiari hanno poi completato il cerchio, alcuni solo circoscritti alle sole cascate vittoria e al parco di Hwange, altri più completi. Un anno sicuramente soddisfacente avendo toccato tutte le stagioni con scene bellissime e momenti ricchi di entusiasmo.

Ma veniamo subito alla nostra speciale classifica che parte con il video: al quindi posto troviamo due elefanti che, lungo il fiume Zambesi, se la litigano allegramente in acqua. La scena non è rarissima, spesso infatti a Mana Pools, ho assistito a scene di questo genere dove gli elefanti maschi si comportano così. Spesso giocano o i più grandi insegnano ai più giovani alcuni comportamenti. Al quarto posto troviamo il sito archeologico e storico di Great Zimbabwe, da qui parte la storia del Paese e tutti dopo averlo visitato restano particolarmente soddisfatti. Al terzo posto, sul gradino più basso del podio, non può certo mancare un tramonto africano e qui troviamo il tramonto sul Lago Kariba, ripreso da una barca di pescatori che ci ha portato in mezzo al lago. Il video parla da solo. Al secondo posto troviamo, a mio parere, l’attività più bella che si può fare in Zimbabwe: il walking safari. Passeggiare nella savana e mettersi sullo stesso piano degli animali è davvero incredibile. Le guide o i ranger che ci accompagnano in quest’attività sono molto preparati e la fatica di camminare spesso sotto un sole cocente, anche se è mattina presto, è sempre ripagato. Al primo posto non può non mancare lui: il Leone che beve. Ammetto che era già il secondo leone che vedevamo nel giro di pochi minuti quindi l’entusiasmo era alto, ma il Re si prende il primo posto del primo the best of Zimbabwe video 2018.

Per quanto riguarda le foto, ragione di the best of, dopo una lunga e difficile scelta ecco la classifica per lo Zimbabwe 2018:

5 le rovine di great Zimbabwe

Al quinto posto troviamo le rovine di Great Zimbabwe. Questo scatto, rispetto ad altri, ha di suo una luce così calda e tenue della sera che mi ha catturato particolarmente. Quest’immagine è famosa e riportata su molte riviste e simboli del paese. I dettagli, fanno la differenza.

4 leone che beve

Al quarto posto ritroviamo il leone che beve a Hwange. L’entusiasmo che ha portato questa scena all’interno del gruppo di agosto non poteva che influenzarmi, ma onestamente lo scatto e la posizione del leone è proprio bella. Forse pecca nella luce non proprio ottimale, ma alla natura non si comanda.

3 matopos

Al terzo posto entra sul podio un simbolo del parco nazionale di Matopos. Mother and Child. Queste balancing Rock sembrano messe li per caso, invece sono un lungo lavoro della natura che ha scolpito questa meraviglia (enorme) negli anni. Sembrano proprio la madre con il bambino.

2 leone primo piano

Al secondo posto troviamo un primo piano. Per quanto classico possa sembrare questo scatto, sono i particolari dei graffi sul muso di questo bellissimo maschio che lo fanno proprio vissuto. La pettinatura sembra fatta apposta per la foto, ma c’era un vento caldo quel giorno che tirava molto intensamente. Merita assolutamente questo leone il secondo posto.

1 elefante shiluette

Al primo posto invece c’è l’elefante in controluce. Credo di aver cercato questo scatto per 6-7 anni, e finalmente ci sono riuscito. Uno scatto che fa “molto Africa” e uno scatto che a me piace moltissimo e che merita di vincere la nostra classifica the best of Zimbabwe 2018.

Spero che l’inserimento di una nuova classifica come i video, ultimamente molto apprezzati, sia di vostro gradimento. Appuntamento al prossimo “the best of….” che ci riporterà in Botswana tra leoni, leopardi e safari ricchi di adrenalina e animali.